SAVERIO MERCATI nasce a Sansepolcro (AR) nel 1961. Nel 1985 inizia a frequentare a Roma lo spazio ex pastificio “Cerere”, una struttura industriale dismessa e trasformata in studi di artisti. Dagli anni novanta è autore di lavori che cercano una relazione di senso tra realtà oggettiva e finzione descrittiva, con una serie fotografica che ritrae delle piccole sculture eseguite dall’autore in uno fondo bianco. In questo caso la fotografia sostituisce l’opera tridimensionale costituendo una nuova possibilità espressiva. Con la realizzazione dei light boxes e delle carte piegate e fotografate si evidenzia ancora meglio il concetto di “opera nell’opera”, ovvero la consapevolezza di dover ricostruire un’immagine sulla base di un’altra.

2017 “La cittadella dell’arte”, Avigliano Umbro. 2016 “opere realmente accadute”, CG2 contemporanea, Terni.2015 “Idrophilia”, a cura di Ilaria Margutti, Caserma archeologica, Sansepolcro (AR); “Incontri al museo dialoghi al presente con l’arte Demetrio Paparoni, Massimo Pulini, Saverio Mercati, Claudio Balestracci”, Museo Civico di Sanselpolcro (AR). 2014 “Questione di fili, Vittoria Chierici, Paolo Fabiani, Armando Fontana, Federico Fusi, Saverio Mercati, Fabrizio Modesti, Marco Neri, Luca Pancrazi, Andrea Santarlasci, Gianluca Sgherri” a cura di Luca Grisolini, Ex lanificio Pratovecchio, Stia (AR). 2011 “Con le posate di plastica, Meri Marini legge Saverio Mercati”, Galleria Die Mauer, Prato. 2010 “L’immagine apparente”, a cura di Maria Vinella, Museo Nuova Era, Bari. 2009 “Tutta la verità sui light boxes”, Galleria studio legale, Roma. 2008 “Dei semi ed altre storie”, Galleria studio legale, Roma.2002 “Saverio Mercati”, a cura di Lorenzo Bruni, Studio Cangi Sansepolcro (AR); “Saverio Mercati” organizzata dalla Galleria Margiacchi, MI-ART Milano; “Saverio Mercati”, Museo Casa natale Piero Della Francesca Sansepolcro (AR).

Please follow and like us: